Seleziona una pagina

Un interessante servizio della trasmissione di RAI 2 “Tutto il bello che c’è”, andato in onda giovedì 19 novembre 2020 alle ore 13,30 pone in risalto l’importanza dell’accordatura a 432 Hz anche in sala operatoria, fornendo interessanti prove sulla sua validità e sulla positiva influenza delle armoniche di questa frequenza sull’organismo umano.

Suonata dal vivo con un pianoforte a coda, dentro la sala operatoria della neurochirurgia pediatrica dell’Ospedale Salesi di Ancona, mentre un bambino veniva operato per un doppio tumore  al midollo. Un’esperienza unica e speciale, per la prima volta in Italia, che apre nuove frontiere.

Di seguito il relativo filmato, presentato dalla giornalista Silvia Vaccarezza.

Ad eseguire la delicata operazione su un bimbo di dieci anni all’ospedale materno-infantile Salesi di Ancona è stato il dottor Roberto Trignani. Le note sono state propagate dallo strumento suonato dal maestro Emiliano Toso, un biologo molecolare che ha creato composizioni particolari utilizzando uno strumento accordato a 432 Hz.

Dopo l’operazione sono stati documentati gli effetti terapeutici della musica sull’asse dello stress e sui sistemi di regolazione della risposta immunitaria ed infiammatoria. Innanzitutto il tracciato dell’encefalogramma del bimbo durante l’operazione ha mostrato percorsi differenti, con e senza musica. Durante il percorso in sala, inoltre, sono stati effettuati dei prelievi di sangue per verificare l’effetto delle variazioni biochimiche sull’organismo del piccolo paziente e presto ne verranno comparati i risultati.

Il Dott. Roberto Trignani (a sx) ed il M.o Emiliano Toso (a dx)

ECHI DAL WEB
Il Fatto Quotidiano
Cronache Ancona
Corriere Adriatico
Radical Bio